PARROCCHIA SAN MICHELE ARCANGELO

I PARTICOLARI

La Facciata

fu realizzata su progetto di Francesco Maria Richini (Milano, 1583-1659) e conclusa nel 1796 dall'ingegnere architetto Bernardino Ferrario.

Semplice e severa come l'interno, è composta da due piani scanditi da lesene e chiusi da un frontone triangolare coronato da cinque statue di angeli collocate nel 1726, al centro delle quali è posta quella di San Michele.

Nella facciata si aprono poi due nicchie per piano contenenti statue dei Dottori della Chiesa latina, san Gerolamo,  san Agostino (1796), san Gregorio e sant'Ambrogio (1726).

Nel piano inferiore è posto un bassorilievo marmoreo raffigurante la Vergine con il Bambino (1793).

Il rivestimento marmoreo in botticino e nembo roseo, il maestoso portale in bronzo e la cancellata in ferro battuto del sagrato sono stati realizzati nel 1925.

Sopra la porta d'ingresso

La vetrata rappresenta la Vergine Maria con Gesù Bambino e san Giovannino.

La parete di fondo

Due grandi affreschi, opera di Ettore Chiodo Grandi e Galloni, rappresentano Mosè e Aronne.

Nel semicerchio che sovrasta l'ingresso

Sono raffigurati i profeti maggiori (Isaia,Geremia,Ezechiele,Daniele)

La volta

Il 3 maggio 1931 iniziarono i lavori per la sostituzione dell'antico soffitto a volta ed il generale rafforzamento dei muri d'ambito della navata centrale.

Una muratura di laterizi forati, una vera e propria volta a botte con lunette corrispondenti alle finestre laterali.

Terminati questi lavori iniziò la decorazione della volta

Autore fu il prof. Mario Chiodo Grandi che vi lavorò dal 1932 al1934.

Il soggetto generale è la redenzione del genere umano.

Sopra la porta centrale

Dio Creatore circondato da angeli; al centro: gli angeli fedeli a Dio guidati dall'Arcangelo San Michele che sconfiggono gli angeli infedeli guidati da Lucifero

Al termine della volta

l'Arcangelo San Gabriele che annuncia a Maria il mistero dell'Incarnazione

La tela della guarigione di Tobia

La tela raffigurante san Raffaele che guarisce Tobia dalla

cecità, è opera di Pietro Antonio Magatti (Varese, 1691-1767), commissionata intorno al 1732 per la cappella dell'Angelo Custode nella Chiesa di San Rocco.

La Cappella di San Giuseppe

l'altare è stato rifatto nel 1903. Nella nicchia si può osservare un gruppo ligneo che rappresenta la morte di san Giuseppe,

attorniato dalla Madonna e da Gesù.

Opera dello scultore Hans Saffer ditta Mayer di Monaco di Baviera.

Nel tondo la Gloria dei Santi Cosma e Damiano (sec. XV-XVI).

Il transetto di sinistra

Parete a fianco della sagrestia: la moltiplicazione dei pani e dei pesci (Bonfanti, 1948).

Il transetto di sinistra volta

La Madonna assunta in cielo (Ettore Chiodo Grandi -Galloni 1947).

L'organo del 1945

Opera della ditta Mascioni di Cuvio, ha due tastiere di 34 tasti ciascuna, la

pedaliera di 4 ottave di 30 suoni.

I registri sono 50 più diverse combinazioni e unioni.

Le canne 3000.

La Cupola

Ha una superficie di ben 500 mq interamente affrescata da Ettore Chiodo Grandi e Galloni nel 1943.

Vi è rappresentato il trionfo di Cristo vincitore della morte.

Nei pennacchi sono affrescate le figure dei quattro evangelisti.

La Cappella Invernale

Parete d'ingresso tra le due porte: pala dell'Annunciazione di C. Feria, eseguita nel 1662 per l'omonima cappella soppressa nel 1855.

La Cappella Invernale parete di sinistra

Ultima cena (Giuseppe Bossi, Busto Arsizio, 1777 - Milano, 1815).

Il transetto di destra

Parete di centro; il miracolo di Torino (Poloni, 1949)

Il Battistero

Contiene gli affreschi eseguiti da Bonfanti nel 1950.

La struttura fu eretta nel 1884. Si conserva l'antico fonte seicentesco.

Di fronte: Giovanni Battista battezza Gesù nel Giordano.

La Cappella di San Francesco di Paola

Fu ideata nel 1738 per collocarvi la tela raffigurante l'apparizione di San Michele a San Francesco di Paola.

Nell'ovale superiore un miracolo del Santo.

Cristo viene formato in chi riceve l'immagine di Cristo.

Ma riceve l'immagine di Cristo chi aderisce a Cristo con vero amore spirituale.

S. agostino

PARROCCHIA PREPOSITURALE SAN MICHELE ARCANGELO

BUSTO ARSIZIO - 0331 632146